Results for: andando Search Results
Family Filter:
1:40
Greg inizia a frequentare la seconda media. Ormai si è ambientato, si è liberato del "formaggio ammuffito" che lo ha fatto tanto penare, e ora pensa che le cose stiano andando per il verso giusto. C'è solo un problema: suo fratello Rodrick ce la sta mettendo tutta per rovinargli la vita.
5 Aug 2011
605
Share Video

2:29
La vita e la musica di Vasco Rossi approdano al cinema. Attraverso il racconto e le canzoni di Vasco e un ricco materiale di repertorio, il film ci regala un intimo e inedito ritratto dell'unica vera rockstar italiana. "In anni in cui tutto stava andando verso la normalizzazione, il carrierismo, il perbenismo, Vasco, con la sua faccia da contadino, la sua andatura da montanaro, la sua voce sguaiata da fumatore, il suo sguardo sempre un po' perso, diventava l’idolo di una diversità, di un farsi i fatti propri, di un non volersi irreggimentare che trovarono pronta e osannante una moltitudine di ragazzini" (Pier Vittorio Tondelli)
9 Sep 2011
631
Share Video

2:21
Nel lontano regno di Mandolan sta andando tutto a rotoli. Il trono è stato maledetto ed ogni volta che il Gran Visir Guliman cerca di salirci viene catapultato via. Disperato, chiede aiuto a Maga Martina, che con i suoi incantesimi dovrà aiutarlo a riprendere possesso del trono e del regno. Ma, poco dopo il suo arrivo in compagnia del suo fedele draghetto Ettore, Martina scopre che l’avido Gran Visir sta facendo il doppio gioco: infatti, con l’aiuto del malvagio stregone Abrash, ha fatto prigioniero il Re legittimo Nandi. Fortunatamente Martina può contare sui suoi poteri magici, su Musa, un astuto ragazzo di strada e, ovviamente, sul fedele Ettore. Inizia così, per questo strampalato trio, un viaggio pieno di avventure, a bordo di tuk-tuk vecchi e traballanti o sul dorso di potenti elefanti, fino ai cancelli della città proibita. Qui Maga Martina avrà bisogno di tutto il suo coraggio per liberare il Re Nandi, tornare il più velocemente possibile a Mandolan e impedire l’ascesa del perfido Guliman al trono. Come se non bastasse, dovrà anche occuparsi di Ettore, innamorato dell’incantevole genio della lampada Suki, e di alcuni misteriosi puntini viola comparsi improvvisamente sul corpicino del drago…
21 Oct 2011
1379
Share Video

1:46
Questa è una storia vera, successa il 1 giugno 1970. Dopo le manifestazioni degli studenti e gli scioperi, l’Italia è a un bivio: da un lato ci sono ancora l’ingenuità e i sogni sinceri della stagione del ’68, dall’altra sta iniziando una lotta interna sempre più cruenta. A Pisa, nell’ambiente del movimento studentesco, arriva ¬la notizia che sta per scattare un colpo di stato come quello dei colonnelli in Grecia del ‘67. “Dormite fuori casa per tre, quattro notti. Se fanno il putsch vi vengono a prendere a casa uno per uno.” È questo l’ordine per tutti i ragazzi più esposti. Tra loro c’è anche Pino Masi, un cantautore che ha fondato da poco il Canzoniere Pisano e fa concerti davanti a migliaia di ragazzi. Ha scritto le canzoni di lotta più famose, dalla Ballata del Pinelli all’inno di Lotta Continua. Ma è anche una persona con un’infanzia difficile, istintivamente diffidente, e quella notizia lo agita molto.Quel giorno nella sua soffitta ci sono due liceali: Renzo Lulli e Fabio Gismondi. Hanno appena vent’anni e sognano di suonare con Pino Masi che per loro è un mito, un leader indiscusso. Quando li prende da parte e gli spiega che devono andare fuori città per evitare pericoli, accettano. “Prendiamo la macchina del Lulli e si va verso il confine. Se il golpe non c’è, s’è fatta una gita.” Se invece accade il peggio, andranno in esilio e da lì diventeranno degli Inti Illimani ante litteram: gireranno il mondo con le loro canzoni per fare luce sulle ingiustizie in Italia. Dopo aver trovato delle scuse con i genitori e bruciato le agende personali per non lasciare traccia, i tre si mettono in marcia verso il confine Yugoslavo. Nella notte si fermano a fare benzina e, mentre prendono un caffè per rimanere svegli, vedono il bar riempirsi di soldati che scherzano fra di loro, con le mitragliette a tracollo: stanno andando verso Roma, all’alba saranno lì. I nostri tre non pensano che il giorno dopo è il 2 giugno e ci sarà la parata militare a Roma per la festa della Repubblica. Pensano che il colpo di stato ormai è cosa certa. La A112 adesso corre verso il confine e la salvezza, mentre i tre hanno nel cuore la malinconia per quello che si stanno lasciando alle spalle e l’eccitazione per quello che li aspetta. Arrivati davanti al confine Yugoslavo, si imbattono nella cortina di ferro: buio, fili spinati, perquisizioni alle macchine davanti. I tre decidono di ripiegare in Austria. Il poliziotto alla dogana guarda perplesso il patentino del Gismondi e la denuncia di smarrimento del Masi. Va alla radio per capire se si può fare un permesso giornaliero. Mentre quello parla i nostri tre si convincono che li abbiano beccati, che abbiano capito che sono del movimento, che il doganiere stia chiedendo istruzioni da Roma, e così si lanciano con la macchina verso l’Austria e la salvezza. Il Masi e il Gismondi vengono arrestati dai poliziotti austriaci insieme ai carabinieri che li hanno seguiti armi in pugno oltre il confine. L’unico che riesce a scappare è Renzo Lulli. Proprio lui, il ragazzo di buona famiglia, con i capelli pettinati e la camicia pulita. Mentre corre verso la libertà, ricercato dalle polizie di due paesi e senza una casa dove tornare, si sente un eroe, un vero ribelle in fuga. Lo ritrova il Masi su una jeep degli austriaci: “tranquillo, ci danno l’asilo politico!”.Li portano tutti e tre in un carcere e qui iniziano ad affiorare i dubbi: perché ci hanno messo in cella e ci guardano perplessi quando parliamo di golpe? All’interrogatorio con l’Interpol tutto si fa chiaro: non c’è stato nessun colpo di stato, hanno fatto una cazzata. Una posizione giudiziaria non facile, i genitori incavolati, tutti a Pisa pronti a prenderli per il culo per anni. La loro strana amicizia viene messa alla prova.Quando li liberano, i tre si tolgono la soddisfazione di fare il loro primo e ultimo concerto davanti alle inferriate dell’istituto. Per un attimo sembrano guardare nel futuro: la loro storia personale e quella d’Italia non sarà facile, ma forse, adesso, sono pronti per affrontarla.
11 Nov 2011
380
Share Video

2:04
Giacomo Pasetti è bravo nel lavoro, con le donne e soprattutto nell'evitare accuratamente ogni sorta d'impegno affettivo e sentimentale. La sua vita cambia quando incontra una ragazza su un tram, un'apparizione improvvisa in mezzo ai passeggeri, uno scambio di sguardi, una bellezza sfuggente che divengono presto una vera e propria ossessione. La incontra tutte le mattine andando a lavorare sul trenta barrato che attraversa la città. Ma si può amare una donna di cui non si conosce nemmeno il nome? Quando finalmente riesce a parlarle e passare una serata con lei viene a sapere che si chiama Michela ed è il suo ultimo giorno in Italia, sta per andare a vivere a New York, le hanno offerto un incarico in una prestigiosa casa editrice. Un bacio lunghissimo e poi più niente, solo un saluto dal finestrino di un taxi. Si sono incontrati troppo tardi. A Giacomo propongono un grosso affare in Sud America, lui accetta, ma durante il trasferimento l'aereo fa scalo in una città non troppo distante da New York. È un attimo, un impulso irresistibile. È il cuore a comandare. Giacomo scende dall'aereo. La va a cercare. Michela non sembra così contenta di rivederlo, ha fatto di tutto per tagliare i ponti col suo passato, con l'Italia e gli uomini italiani e adesso eccole piombare addosso Giacomo come a risucchiarla all'indietro. Davanti alla diffidenza di Michela, Giacomo le propone di fare i fidanzati a tempo, solo per quei pochi giorni che lo separano dal suo ritorno in Italia. È un gioco stupido, ma perfetto per due persone che si piacciono e hanno una paura matta di lasciarsi andare. E di ammettere di essersi innamorati.
2 Dec 2011
700
Share Video

2:38
Do you want to know that how daredevils pull off this classic sideshow stunt? Here we are revealing the secret. WARNING: These guys have performed this activity under the expert's guidance for their event. This is for informational and entertainment purposes only. DON'T TRY THIS AT ANYWHERE, ANYTIME! المشي على الزجاج المكسور Прагулкі па бітым шкле ভাঙা কাচের উপর হাঁটা Ходенето на счупено стъкло 走在碎玻璃 走在碎玻璃 Hodanje na slomljeno staklo Chůze po střepech Wandelen op gebroken glas Marcher sur du verre brisé Walking on broken glass Περπατώντας στο σπασμένο γυαλί તૂટેલા કાચ પર વૉકિંગ टूटे शीशे पर चलना Séta törött üveg Berjalan di atas pecahan kaca Ag siúl ar ghloine briste Camminando su vetri rotti 割れたガラスの上を歩きます ಮುರಿದ ಗಾಜಿನ ಮೇಲೆ ವಾಕಿಂಗ್ 깨진 유리에 산책 Quisque in speculo fracto Berjalan di atas kaca yang pecah Iešana uz stikliem പൊട്ടിയ ചില്ല് നടക്കുന്നതു راه رفتن بر روی شیشه های شکسته эвдэрсэн шилэн дээр Алхах Spacer po rozbitym szkle Andando em vidro quebrado ਟੁੱਟੇ ਕੱਚ ਤੇ ਚੱਲਦੇ Mersul pe sticla sparta Прогулки по битому стеклу Coiseachd air glainne bhriste Ходање по разбијеном стаклу බිඳුණු වීදුරු මත ඇවිදගෙන Hoja po črepinjah Caminando sobre vidrios rotos Kutembea juu ya kuvunjwa kioo Gå på krossat glas உடைந்த கண்ணாடி மீது நடைபயிற்சி విరిగిన గాజు న వాకింగ్ เดินบนกระจกแตก kırık cam üzerinde yürüyen Прогулянки по битому склу ٹوٹے ہوئے شیشوں پر چلنے کے سہارے singan shisha ustida yurgan Ходање по разбијеном стаклу Duke ecur mbi xhama të thyer Прагулкі па бітым шкле broken şüşə Walking Walking on slomljenog stakla Ոտքով երկար քայլելուց հետո կոտրված ապակու Stap op gebreekte glas beira hautsien Oinez
3 Feb 2017
1111
Share Video

1:07:04
O prólogo do episódio mostra o xerife Rick Grimes andando em torno de um posto de gasolina em busca de combustível. Ele encontra uma criança que primeiramente pensa estar perdida, mas ao se virar, ela revela ser uma zumbi que vai em direção a Rick. Ele saca a arma, atira e mata a criança zumbi. No tempo presente, Rick está em um hospital gravemente ferido após um tiroteio cruel que o deixa em coma. Quando acorda, vê que o local está abandonado e se depara com um mundo dominado por mortos-vivos. Rick volta para casa, apenas para descobrir que sua esposa Lori e seu filho Carl desapareceram. Ele está confuso e delirante, mas encontra um pai e filho, Morgan e Duane Jones, que estavam escondidos em uma casa abandonada, e eles lhe revelam que o Centro de Controle e Prevenção de Doenças criou uma zona de quarentena em Atlanta, Geórgia. Deixando Morgan e Duane com algumas armas e um walkie-talkie, Rick embarca em uma viagem à Atlanta, na esperança de encontrar sua família. Longe dali, Lori é mostrada viva, junto de Carl e de um pequeno grupo de sobreviventes em uma área rural próxima a Atlanta. Ela iniciou um relacionamento amoroso com o velho parceiro e melhor amigo de Rick, Shane Walsh. Neste mesmo grupo também estão Amy, Dale, Carol, Sophia, Jim e Ed, além de outras pessoas. Rick chega a Atlanta primeiramente se deparando com a cidade vazia e é atacado por uma horda enorme de mortos-vivos. Totalmente cercado por eles, ele consegue escapar ao trancar-se dentro de um tanque do exército abandonado. Neste momento, uma voz estranha fala com ele.
1 Aug 2017
56
Share Video