Results for: rocco papaleo Search Results
Family Filter:
4:06
Ultimo singolo di Max Gazzè 2010. Colonna sonora del film "Basilicata Coast to Coast" diretto da Rocco Papaleo. Mentre dormi ti proteggo e ti sfioro con le dita, ti respiro e ti trattengo per averti per sempre oltre il tempo di questo momento. Arrivo in fondo ai tuoi occhi quando mi abbracci e sorridi se mi stringi forte fino a ricambiarmi l'anima questa notte senza luna. Adesso vola tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare. Adesso vola. Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri. Tu che sei nei miei giorni certezza, emozione. Nell'incanto di tutti i silenzi che gridano vita sei il canto che libera gioia, sei il rifugio, la passione. Con speranza e devozione io ti vado a celebrare come un prete sull'altare, io ti voglio celebrare come un prete sull'altare. Questa notte ancora vola tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare. Adesso vola. Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri. Sta arrivando il mattino, stammi ancora vicino, sta piovendo e non ti vuoi svegliare. Resta ancora, resta per favore e guarda come vola tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare. Adesso vola. Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri. Vooolaaaa... Adesso vola. Oltre tutte le stelle, alla fine del mondo, vedrai, i nostri sogni diventano veri!
19 Sep 2010
8355
Share Video

4:00
il video ufficiale dell'ultimo singolo di renato zero con molti volti noti! Manuela Arcuri, Asia Argento, Paola Cortellesi, Paola Tiziana Cruciani, Massimo Ghini, Leo Gullotta, Alessandro Haber, Rodolfo Laganà, Olivia Magnani, Giorgio Panariello, Rocco Papaleo, Giorgio Pasotti, Daniele Pecci, Vittoria Puccini, Elena Sofia Ricci ed Emilio Solfrizzi. Ogni vip sorcino interpreta una parte del brano musicale con il playback della voce di Renato Zero che chiude il videoclip.
28 Sep 2011
8667
Share Video

2:58
Che bella giornata - Movie Trailer: Checco Zalone will be back in the theatres with the funny comedy Che bella giornata, directed by Gennaro Nunziante released January 5, 2011. Checco, who emigrated from Puglia to the north, works as a bouncer of a small nightclub in Brianza, then because of the danger of terrorist attacks, he starts working in the security service of the Milan Cathedral. In the cast Tullio Solenghi, Rocco Papaleo and Nabih Akkari. ---------------------------------------------- Che Bella Giornata - Movie Trailer: Checco Zalone torna al cinema con la divertente commedia Che bella giornata, diretta da Gennaro Nunziante e in sala dal 5 gennaio 2011. Checco, pugliese emigrato al nord, lavora nella security di una piccola discoteca della Brianza ma, a causa del pericolo constante di attentati, si ritrova a lavorare nel servizio di sicurezza del Duomo di Milano. Nel cast, Tullio Solenghi, Rocco Papaleo e Nabiha Akkari. Cast: Checco Zalone Nabiha Akkari Isabelle Adriani Director: Gennaro Nunziante Genre: Comedy See more on: *******www.filmisnow.it or watch our channel: *******www.youtube****/filmisnow Follow us on Facebook: *******www.facebook****/pages/FILM-is-NOW/63415488435 Follow us on Twitter: *******twitter****/#!/filmisnow Check out our playlist: *******www.youtube****/filmisnow#g/c/BD8AE0941D0AB168
15 Oct 2011
4460
Share Video

4:07
Si intitola "Mentre Dormi" il nuovo singolo che segna il ritorno discografico di Max Gazzè a due anni da "Il solito sesso". Il brano, scritto a quattro mani da Gazzè con Gimmi Santucci, è in rotazione radiofonica da Venerdi 19 Marzo facendo da apripista al nuovo disco, che segna anche il passaggio alla Universal Music, in uscita a fine aprile. "Mentre Dormi" è inoltre parte integrante della colonna sonora di "Basilicata coast to coast", il primo film diretto da Rocco Papaleo di cui Max Gazzè è coprotagonista. Il film uscirà nelle sale cinematografiche il 09 Aprile 2010. TESTO Mentre dormi ti proteggo e ti sfioro con le dita ti respiro e ti trattengo per averti per sempre Oltre il tempo di questo momento arrivo in fondo ai tuoi occhi quando mi abbracci e sorridi se mi stringi forte fino a ricambiarmi l'anima Questa notte senza luna adesso vola.. tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare Adesso vola Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri Tu che sei nei miei giorni certezza, emozione Nell'incanto di tutti i silenzi che gridano vita sei il canto che libera gioia sei il rifugio, la passione Con speranza e devozione io ti vado a celebrare come un prete sull'altare io ti voglio celebrare come un prete sull'altare Questa notte ancora vola tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare Adesso vola Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri Sta arrivando il mattino stammi ancora vicino sta piovendo e non ti vuoi svegliare resta ancora resta per favore e guarda come... vola tra coriandoli di cielo e manciate di spuma di mare Adesso vola Le piume di stelle sopra il monte più alto del mondo a guardare i tuoi sogni arrivare leggeri Vola... Adesso vola Oltre tutte le stelle alla fine del mondo vedrai, i nostri sogni diventano veri!
13 Nov 2011
5967
Share Video

5:39
Playlist di tutti i video: *******goo.gl/o9vp0 Parte 1: *******goo.gl/1VXMs Parte 2: *******goo.gl/3OyBF Parte 3: *******goo.gl/S7kFm Parte 4: *******goo.gl/9crB7 Luca e Paolo Sanremo 2012 canzone Uomini soli parodia *******www.youtube****/watch?v=YY9dKw491C0 Ecco cosa ha combinato Adriano Celentano nella prima serata del 62° Festival di Sanremo, in onda su Rai1. Interazione con gli altri del cast, monologhi e musica. E' ACCADUTO NELLA PRIMA PUNTATA Show doveva essere e show è stato. Lunghissimo. Adriano Celentano monopolizza la prima puntata del 62° Festival di Sanremo con monologhi, dialoghi, battute (che faranno discutere) e canzoni. Si parte con bombardamenti, sirene, fragore e boati, comparse che si accasciano al suolo come se fossero morte e, quando tutto tace, dal caos emerge lui. E parte l'attacco alle testate cattoliche come Famiglia Cristiana e Avvenire che "dovrebbero chiudere perché si occupano di politica invece di parlare di Dio". "Quello che non sopporto di preti e frati - spiega Celentano - è che non parlano mai della cosa più importante e cioè del motivo per cui siamo nati. Quel motivo nel quale è insito il cammino verso il traguardo che segna non la fine dell'esistenza, ma l'inizio di una nuova vita. Preti e frati non parlano mai del paradiso come se l'uomo fosse nato soltanto per morire ma non è così. Siamo nati per vivere. Preti, siete obbligati a parlare del paradiso se no vuol dire che abbiamo solo questa vita". Elogi, invece, per Don Gallo. Poi una stoccata a Montezemolo e ai suoi treni veloci, ricordando i dipendenti della Wagon Lits, da mesi su una torre: "Devi farne uno lento per osservare le bellezze italiane". E irrompe, finalmente, una donna: Elisabetta Canalis che impersona il Paese, l'Italia: "La mia bellezza sta sfiorendo". Ce n'è anche per la Consulta che ha bocciato i referendum abrogativi della legge elettorale: "Di Pietro, Parisi, Segni - dice Celentano - hanno raccolto un milione duecentomila firme che la Consulta ha buttato nel cestino. C'è qualcosa che non va: o è la Consulta che sbaglia o bisogna cambiare vocabolario". Subito prima Rocco Papaleo legge che "la Costituzione italiana sancisce che il potere sovrano appartiene al popolo che esercita un potere pieno e indipendente". Sketch con Pupo su "altezze e e bassezze". Finché Adriano non torna a fare il suo: un rock'n'roll maccheronicamente inglese alla Prisencolin... con Gianni Morandi, Papaleo e Pupo che giocano a fare i Blues Brothers. E poi è Prisencolin con altri brani. Inviti alla fratellanza, richiami al Vangelo, appelli contro la pena di morte. E lui discetta filosoficamente di vita e morte per sterzare improvvisamente con un attacco diretto a un noto critico televisivo: "Perché rattristarci se un deficiente come Aldo Grasso scrive idiozie sul Corriere?".
17 Feb 2012
5254
Share Video

5:47
Playlist di tutti i video: *******goo.gl/o9vp0 Parte 1: *******goo.gl/1VXMs Parte 2: *******goo.gl/3OyBF Parte 3: *******goo.gl/S7kFm Parte 4: *******goo.gl/9crB7 Luca e Paolo Sanremo 2012 canzone Uomini soli parodia *******www.youtube****/watch?v=YY9dKw491C0 Ecco cosa ha combinato Adriano Celentano nella prima serata del 62° Festival di Sanremo, in onda su Rai1. Interazione con gli altri del cast, monologhi e musica. E' ACCADUTO NELLA PRIMA PUNTATA Show doveva essere e show è stato. Lunghissimo. Adriano Celentano monopolizza la prima puntata del 62° Festival di Sanremo con monologhi, dialoghi, battute (che faranno discutere) e canzoni. Si parte con bombardamenti, sirene, fragore e boati, comparse che si accasciano al suolo come se fossero morte e, quando tutto tace, dal caos emerge lui. E parte l'attacco alle testate cattoliche come Famiglia Cristiana e Avvenire che "dovrebbero chiudere perché si occupano di politica invece di parlare di Dio". "Quello che non sopporto di preti e frati - spiega Celentano - è che non parlano mai della cosa più importante e cioè del motivo per cui siamo nati. Quel motivo nel quale è insito il cammino verso il traguardo che segna non la fine dell'esistenza, ma l'inizio di una nuova vita. Preti e frati non parlano mai del paradiso come se l'uomo fosse nato soltanto per morire ma non è così. Siamo nati per vivere. Preti, siete obbligati a parlare del paradiso se no vuol dire che abbiamo solo questa vita". Elogi, invece, per Don Gallo. Poi una stoccata a Montezemolo e ai suoi treni veloci, ricordando i dipendenti della Wagon Lits, da mesi su una torre: "Devi farne uno lento per osservare le bellezze italiane". E irrompe, finalmente, una donna: Elisabetta Canalis che impersona il Paese, l'Italia: "La mia bellezza sta sfiorendo". Ce n'è anche per la Consulta che ha bocciato i referendum abrogativi della legge elettorale: "Di Pietro, Parisi, Segni - dice Celentano - hanno raccolto un milione duecentomila firme che la Consulta ha buttato nel cestino. C'è qualcosa che non va: o è la Consulta che sbaglia o bisogna cambiare vocabolario". Subito prima Rocco Papaleo legge che "la Costituzione italiana sancisce che il potere sovrano appartiene al popolo che esercita un potere pieno e indipendente". Sketch con Pupo su "altezze e e bassezze". Finché Adriano non torna a fare il suo: un rock'n'roll maccheronicamente inglese alla Prisencolin... con Gianni Morandi, Papaleo e Pupo che giocano a fare i Blues Brothers. E poi è Prisencolin con altri brani. Inviti alla fratellanza, richiami al Vangelo, appelli contro la pena di morte. E lui discetta filosoficamente di vita e morte per sterzare improvvisamente con un attacco diretto a un noto critico televisivo: "Perché rattristarci se un deficiente come Aldo Grasso scrive idiozie sul Corriere?".
23 Feb 2012
4882
Share Video