Results for: bouazizi Search Results
Family Filter:
2:36
Group C: 1st match in the group.
22 May 2007
3996
Share Video

5:41
Cosa racconteremo? . E perchè sentiamo di raccontarlo?. Ci siamo trovati nel bel mezzo di una rivoluzione che ha portato la Tunisia ad essere la miccia scatenante, un incendio ad effetto domino che sta infiammando, guidato dal vento del cambiamento, della miseria e voglia di libertà , l'intero territorio Nord -Africano e non solo. La sua onda sta toccando oltre all'Egitto e lo Yemen, l'intero bacino del Mediterraneo fino alla nostra , vicinissima Albania. Racconteremo di come un popolo coraggioso , senza distinzione di classe, si è liberato di 23 anni di dittatura , sfidando e mandando in fuga il suo tiranno: Ben Alì, presidente corrotto, costretto a fuggire. Andremo nel luogo dove tutto è iniziato, la città di Sidi Bouzid, dove il 17 dicembre 2010 ,il giovane Mohamed Bouazizi si è dato fuoco davanti al governatorato scatenando l’ondata di violente proteste che si è poi propagata in tutta la Tunisia. Parleremo con la gente di questo splendido paese. La gente che abbiamo incontrato e incontreremo; Con i giovani , i veri artefici che hanno conquistato questa libertà e che ora , anche con difficoltà , hanno voglia di parlare e aprirsi con speranza al futuro. Le incontreremo , le loro speranze. Un modo di riflettere per tutti noi e capire i futuri scenari della loro coraggiosa e auentica rivolta. CON IL TUO CONTRIBUTO RENDERAI POSSIBILE LA REALIZZAZIONE DI QUESTO PROGETTO. Grazie ad un piccolo sforzo di tutti (bastano 15euro) potete prenotare una quota (pagherete solo quando il progetto partirà) e rendere possibile la realizzazione di questo piccolo, grande documentario sulla Tunisia ed il suo popolo. Se sarete stati nostri produttori sarete citati nei titoli di coda e riceverete una copia del lavoro una volta ultimato. Grazie dell'Attenzione e del vostro contributo. Elisabetta Fornarelli Andrea Monaldi *******www.produzionidalbasso****/pdb_566.html
7 Feb 2011
468
Share Video

2:10
BY CAMILLE MAESTRACCI This year, the Sakharov prize rewards not one but five winners. European Parliament’s prestigious prize for the freedom of thought goes to five representatives of the Arab spring whose actions have revolutionized the region. “This year’s winners symbolise the struggle for dignity, democracy and human rights and are co-authors of historical change in the Arab world” The laureates include Tunisian Mohamed Bouazizi, whose death helped to catalyze the Arab Spring when he set himself on fire last January. Egyptian Asmaa Mahfouz’s videos also helped motivate the Tahrir protests. “Four Egyptians have set themselves on fire. To protest humiliation and hunger and poverty and degradation they had to live with for 30 years. Four Egyptians have set themselves on fire, thinking maybe we can have a revolution like Tunisia, maybe we can have freedom, justice, honor and human dignity” Syrian satirist Ali Farzat received the prize along with human right lawyer Razan Zaitouneh, also from Syria. Lebanese newspaper Daily Star reports he dedicated his award to “martyrs of freedom”. "Freedom is a message that crosses generations. I dedicate this award to all the martyrs who gave their life for freedom and who have learned the culture of liberty" The Last laureate is Ahmed al-Zubair Ahmed al-Sanusi from Libya who spent 31 years in prison after attempting to depose Colonel Gaddafi. The EU Observer reports that Europe demonstrated its support of the region’s rebirth by presenting this prize to Arab activists. The Observer quotes E.U. Parliment member Guy Verhoftsadt. "This recognition is also a pledge from Europe to be there to build upon the achievements of the people." The Sakharov prize carries an award of 50 thousand euros. It would be presented at the European Parliament in Strasbourg on December 14.
29 Oct 2011
532
Share Video