Results for: giappone Search Results
Family Filter:
1:04
Video of Hotel Giappone,Rome. Take a video tour of the reception area, lounge area, kitchen and selected bedrooms ... To book the Hotel Giappone online please visit: *******www.hostelbookers****/hostels/italy/florence/5116/
8 Aug 2008
301
Share Video

0:34
*******www.ermes****/viaggi/32/575/Le_tre_vie_del_Giappone.html Il Giappone percorso per la strada, in 16 giornate di scoperta .. bellezza, cuore e spiritualità.
30 May 2009
412
Share Video

1:23
Strange ramen, strange tonkazu demo good sushi with salmon roe ^_^ !!
28 Jan 2008
563
Share Video

0:53
Kyoto - Tokyo
30 Jan 2009
1937
Share Video

5:00
regia: Francesco Traverso montaggio: Davide Rossi attori: Massimiliano Ferrari e Alice Mancinelli location: Sestri levante -Note a cura dell'autore/regista- L'idea di base è l'ossessione che può rivelarsi come una prigione nella quale una persona si autorinchiude; il protagonista vede nel gioco con una barbie (fatto realmente avvenuto in Giappone) la sua proiezione amorosa fino ad immaginarsi nel mondo che lui stesso immagina e addirittura a credere di vivere realmente il suo isolazionismo assieme alla sua proiezione. Le due facce della medaglia sono in sintesi quello che l'amore o la passione in generale ti toglie e ti da. Tecnicamente abbiamo usato il grandangolo per distorcere un pò l'immagine (essendo essenzialmente una storia surreale ed onirica); ovviamente girato in digitale. -testo Tutto cambia forma tranne tra di noi Mentre un raggelante vuoto m'incendia l'anima Dammi l'emozione che non cambi mai Quando tutto si trasforma in un lampo di noia E tu stai comoda .. euforia .. stordimento? E la mente ora lancia fiamme .. la mia mente ora grida allarme L'emozione taglia le distanze .. le due facce della medaglia Tutto cambia forma tranne la realtà Mentre un raggelante vento mi taglia l'anima Dammi una ragione che non cambi mai Quando tutto si nasconde in un giorno di noia Ma tu stai comoda .. euforia .. sentimento? E la mente ora lancia fiamme .. la mia mente ora grida allarme L'emozione cambia le distanze .. le due facce della medaglia! Le due facce della medaglia .. le due facce della medaglia! -traslate- "The two sides of the coin" Everything changes shape except among us While a ragelate empty i fire the soul Give me the emotion that is not changed ever When everything becomes a flash of boredom And you're comfortable .. euphoria .. Stunning? And the mind hours launches flames .. my mind cries hour alarm The emotion cuts the distances .. the two sides of the coin Everything changes shape except the reality While a raggelante I wind cuts the soul Give me a reason that is not changed ever When everything is hidden in a day of boredom But you're comfortable .. euphoria .. sentiment? And the mind hours launches flames .. my mind cries hour alarm The emotion change distances .. the two sides of the coin! Both sides of the coin .. the two sides of the coin
11 Jul 2008
832
Share Video

0:39
Premiato nei festivals americani e vincitore del primo premio in Giappone. Regia di Flavio Moretti, interprete principale Vincenzo Torelli.
17 Dec 2008
202
Share Video

3:23
Parodia, che nella sua greca origine nobilissima significa canto parallelo, è in poetica procedimento a trasporre in altro significato la stessa forma: addirittura, per chi vi riesce, le stesse rime. Impresa ardua che raramente fu tentata su larga scala, e che quasi non esiste in età nostra, data la scarsa capacità linguistico-compositiva imperante. Luigi Cerantola ha parodiato nel 2004 tutti dodici i Sonetti di Ugo Foscolo, tenendone salda la forma originaria e tutto lapparato rimario. Trovandosi a vivere in Giappone, affiora qua e là il rimando a quella terra lontanissima ma la breve opera non odora che del verso italico quale ai posteri due secoli fa lo consegnò il poeta veneziano. Questo e' uno sperimento di videopoesia che associa testo poetico, opere d'arte corrispondenti al testo, alta musica.
2 Mar 2009
550
Share Video

1:17:26
L'omeopatia spiegata ai Farmacisti DOTT. PETRUCCI ROBERTO www.centrodiomeopatia.it Direttore didattico del CENTRO DI OMEOPATIA di Milano e del CENTRO DI OMEOPATIA di Catania. Diplomato presso il “Clinical Training Center for Classical Homeopathy” di Hechtel (Belgio). Autore della materia medica “Pediatria: temi e concetti in medicina omeopatica” edito in versione italiana, inglese e tedesca. Di prossima pubblicazione in versione spagnola, giapponese, portoghese, francese e russa. Autore del repertorio pediatrico “Children concepts” pubblicato su Synthesis 9. Insegna omeopatia in varie scuole in Italia e all’estero (Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Dubai, Germania, Dubai, India, Giappone, Lettonia, Messico, Romania, Serbia, Slovenia, Svezia, Svizzera). Docente di materia medica del “Corso di perfezionamento in medicina omeopatica” presso l’Università di L’Aquila per l’anno accademico 2004 - 2005. Direttore del Dipartimento Scuola – Formazione - Insegnamento della FIAMO dal 2000 al 2005. Iscritto al registro FIAMO – SIMO degli omeopati qualificati e dei docenti.
22 Jun 2009
1789
Share Video

1:53
Film drammatico basato sulla storia vera di un fedele cane di nome Hachiko. Questo amico molto speciale accompagnava ogni giorno il suo padrone, professore universitario, alla stazione ferroviaria e ritornava a prenderlo quando rientrava dalla giornata lavorativa. Purtroppo il suo padrone un giorno morì di arresto cardiaco mentre era all'università. Hachiko fedelmente ritornò alla stazione il giorno successivo, e ogni giorno per i nove anni successivi, in attesa del suo amato padrone. Con il passare del tempo, durante la sua visita quotidiana, Hachiko tocca la vita di molti che lavorano nelle vicinanze. Insegna così alla popolazione locale l'amore, la compassione e soprattutto l'irriducibile fedeltà. Oggi, una statua in bronzo di Hachiko siede nel suo posto di attesa al di fuori della stazione di Shibuya in Giappone come un ricordo permanente della sua devozione e di amore.
17 Feb 2010
1397
Share Video

2:14
Dopo lo scioglimento dell'orchestra in cui suonava come violoncellista a Tokyo, Daigo Kobayashi torna insieme alla moglie a Yamagata in una provincia rurale del nord del Giappone. Alla ricerca di un nuovo lavoro, Daigo risponde a un annuncio per un impiego "di aiuto alla partenza" convinto che si tratti di un'agenzia di viaggi. In realtà si accorge che ha a che fare con un'agenzia di pompe funebri. Spinto da necessità economiche Daigo accetta comunque il posto. Immerso in questo mondo a lui sconosciuto, l'ex musicista scopre tutto sui rituali funebri, continuando a nascondere alla moglie la vera natura del suo lavoro.
9 Apr 2010
530
Share Video

2:55
di JINA BACARR Siamo alla fine dell'Ottocento, e già si preannunciano sentori di scandalo: a scatenare un vero putiferio sono le memorie di Katie, una fascinosa e spregiudicata signora americana decisa a raccontare ogni dettaglio, dal più elettrizzante al più morboso, della sua vita movimentata da appetiti insaziabili. Poi la scena si sposta in Giappone e non è che l'inizio di un lungo viaggio nei meandri più scabrosi e vibranti dell'erotismo. Ecco l'atteso ritorno della più stuzzicante e provocatoria firma della sensualità. E si tratta di un ritorno di gran classe, perché Jina Bacarr mette in campo, con la consueta maestria che non ha eguali e che ha saputo conquistare milioni di lettori in tutto il mondo, i suoi temi più cari, audaci e suggestivi, le situazioni più scabrose e piccanti venate, però, di romanticismo. letteralmente imperdibile Bionda Samurai: *******jinabacarr**** *******eharmony.it During the latter part of the nineteenth century, a beautiful and fascinating American woman named Katie is about to release her memoir with more than a hint to scandal, a scandal that will unleash an uproar in Society. She is determined to recount her adventures in every detail, from the electrifying moments to the salacious, her life ruled by her insatiable appetite for all things sensual. Her story takes us from London to Japan, where the journey takes you through a maze of raw and vivid eroticism. Tantalizing and provocative scenes of sensuality await you in Japan. This is the return of class because Jina Bacarr (author of "The Blonde Geisha" and "Cleopatra's Perfume") puts forward with her usual skill a story that is unique and has earned her millions of readers around the world, her themes more endearing and bold with provocative situations raw and sexy but always romantic. Distributed by Tubemogul.
14 Apr 2010
326
Share Video

1:33
Nel Giappone feudale la pace è minacciata dalla violenta ascesa al potere del crudele Naritsugu. Il giovane e sadico signore feudale uccide e violenta a piacimento ma è il fratello dello shogun e come tale al di sopra della legge. Turbato ed esasperato dai sanguinari eccessi del giovane nobile, l’onorevole Doi, alto ufficiale al servizio dello shogun, fa segretamente appello al samurai Shinzaemon Shimada per far assassinare il malvagio Naritsugu. Lo stimato samurai, indignato dalle vili atrocità commesse da Naritsugu, accetta di buon grado la difficile missione. Shinzaemon recluta un gruppo d’audaci samurai, dotati ciascuno di una particolare abilità nell’uccidere, tra cui suo nipote, il giocatore d’azzardo Shinrokuro e il devoto ronin Hirayama. Insieme essi decidono di tendere un’imboscata a Naritsugu al suo annuale ritorno dalla capitale Edo, ben consapevoli che potrebbe essere la loro ultima missione. Il potente Naritsugu è, infatti, protetto da un sanguinario esercito condotto dallo spietato Hanbei, acerrimo nemico da sempre di Shinzaemon. Dopo settimane di dura preparazione Shinzaemon e i suoi samurai si mettono in cammino attraverso le insidiose montagne. Nel corso della pericolosa spedizione s’imbattano in un selvaggio giovane montanaro, Koyata, che accolgono tra loro. Il valoroso gruppo s’impadronisce poi di un piccolo villaggio trasformandolo in un’elaborata trappola mortale per catturare Naritsugu. Quando il feudatario infine giunge al villaggio, i samurai di Shinzaemon capiscono che la superiorità numerica degli uomini di Naritsugu risulterà imbattibile. Ma i tredici intrepidi assassini sono pronti ad affrontare la fine lasciando un segno e danno inizio ad una battaglia di proporzioni monumentali che si svolgerà tra violente esplosioni, duelli di spada e diluvi di frecce.
24 Jun 2011
420
Share Video

1:59
Vogliamo presentarvi il primo episodio della serie animata di Nemi Montoya, una striscia a fumetti norvegese nata dalla geniale mente della disegnatrice Lise Myhre. I disegni sono manga-style poiché ha passato cinque anni in Giappone a passare manga a china; lo stile, invece, è americano, dato che ha studiato cinque anni in America. Le animazioni le ho fatte in Flash e col programma Anime Studio, i disegni sono quelli originali dei fumetti di Lise, la colonna sonora e gli adattamenti sono di Castlevania.
17 Sep 2011
476
Share Video

1:28
Ambientato a Yokohama nel 1963, Dalla collina dei papaveri è una storia d’amore i cui personaggi sono studenti delle scuole superiori chiamati ad essere la "prima generazione" di un "Nuovo Giappone".Dal momento che il Paese comincia ad uscire dalla devastazione causata dalla Seconda Guerra Mondiale, la nuova generazione lotta per costruire un futuro migliore, cercando però di non perdere i legami col passato che li ha resi ciò che sono oggi.
7 Nov 2012
557
Share Video

10:51
Il terzo millennio è iniziato con due certezze: la crisi irreversibile del capital-comunismo e la ricerca di nuove vie e la vera pandemia mondiale chiamata cancro. Abbiamo con i nostri mezzi cercato di stimolare la ricerca, la politica, i cittadini, spesso creandoci nemici in molti ambiti. Dal politico amante della bella vita e del potere, “ammanicato” con le case farmaceutiche, all’ oncologo legato anima , corpo e mente alla chemioterapia (gas tossico della prima guerra mondiale) usata spesso per straziare persone ormai alla fine dei propri giorni. Venditori di speranza (ricercatori di grido), i quali grazie ai fondi elargiti dalle multinazionali orientano la ricerca verso strade tortuose e spesso inutili. Pensare che: “la ricerca si è fermata a studiare un gas tossico della prima guerra mondiale per combattere il cancro è incredibile, assurdo, disumano”. Chiunque abbia tentato nuove strade è stato fatto fuori o messo a tacere. Un silenzio che grida vendetta, un silenzio che dovrebbe devastare le coscienze, un silenzio da studiare…. Grandi luminari appaiono in tv parlando di conquiste, di passi avanti, di altri 10 anni per sconfiggere il male…Gente che grazie alla stampa e al dolore ha ottenuto; Potere, cliniche private e tanti, tanti soldi. Spesso il volto del malato di cancro è scavato, gli occhi sono spenti e appaiono senza luce, l’anima evapora dai loro corpi allontanandosi , chiedono aiuto mentre la vita scivola via …. Mi chiedo a volte se questi grandi primari e oncologi guardano gli occhi del paziente prima di iniziare ad iniettargli “gas tossico della prima guerra mondiale ” . Ho visto morire mia madre, amici, parenti,quello che mi ha colpito è stato l’accanimento terapeutico della medicina ufficiale con lo slogan : “chemioterapia ad ogni costo”. I DI BELLA, e tanti altri che provavano nuove strade sono stati definiti : cialtroni, stregoni, ignoranti, incapaci e potrei continuare. La politica, la ricerca sana, la gente comune deve opporsi a tutto questo. Nuove strade devono e possono esistere per il bene dell’umanità. Abbiamo incontrato casualmente il Professore Giuseppe Maria Pigliucci, docente universitario, ora in pensione. In esclusiva presso gli studi di Media Live ha risposto alle mie domande.Confesso che non sapevo nulla della cura del cancro con l’Ipertermia. Professor Pigliucci che cosa è la bomba di cui mi ha parlato poco fa. Il professore mi risponde con chiarezza e linguaggio accessibile a tutti: “ come le dicevo sono un esperto dell’ipertermia, la cura più moderna per curare il tumore. Molti paesi la utilizzano e tanti pazienti sono in cura. Parlo della Germania, del Giappone, Stati Uniti e tanti altri.La cura si basa sul riscaldamento del tumore in quanto le cellule tumorali sono più sensibili al calore delle cellule normali e muoiono con al calore ad una temperatura espressa in gradi centigradi compresa tra i 41 – 43 gradi. L’ipertermia può essere associata a cicli di chemioterapia a bassi dosaggi con risultati importanti quali: arresto della crescita tumorale e convivenza con la malattia o addirittura diminuzione fino alla scomparsa della massa tumorale. Purtroppo pur essendo l’ ipertermia una realtà certificata e accettata dalla medicina ufficiale, viene snobbata da molti oncologi i quali orientati ai protocolli chemioterapici non mollano. Spesso i pazienti non rispondono positivamente alla chemio, oppure hanno complicanze, oppure non vogliono farla. La bomba di cui parlavo è la seguente: “ in una regione americana stanno vedendo i risultati di trattamenti con ipertermia consistente nell’iniettare oro nel metabolismo di cellule tumorali. Si è visto che l’oro produce calore e una volta iniettato nella cellula tumorale tale produzione di calore causa la morte della cellula tumorale.” Dopo tale notizie chiedo ancora al Professore di spiegare meglio cosa è l’ipertermia . Lui dice: “ Come dicevo l’ipertermia è produzione di calore che scaldando a certe temperature le cellule tumorali le uccide o ne blocca la crescita. Ci sono varie tecniche per riscaldare il tumore: l’ipertermia perfusionale, termo ablazione. La tecnica meno invasiva che io ho avuto l’onore di portare in Italia è l’ipertermia capacitiva, una tecnica che scalda la parte tumorale con onde elettromagnetiche dall’esterno e ne causa la morte in tempi più o meno lunghi. Sono onde elettromagnetiche prive di radiazioni ionizzanti. I tre principi su cui si basa l’pertermia sono:a) il riscaldamento di cellule tumorale causandone con il calore la morte b) L’ipertermia aumenta gli effetti chemioterapici c) associando alla chemio l’ipertermia si possono abbassare i dosaggi di medicinale chemioterapico che sappiamo essere tossico per il fisico. Vorrei aggiungere che l’ipertermia blocca il tumore e possiamo affermare che tra malattia e paziente si stabilisce un “patto di non aggressione” . Fermare la crescita del tumore comporta una qualità della vita del paziente accettabile. Spesso dopo due o tre anni la Tac del paziente certifica la presenza del tumore ma senza conseguenze disastrose, potremmo dire con per il diabete in cura. Ultimamente in molti casi la massa tumorale regredisce e in alcuni casi scompare.” Il professore Pigliucci in questa prima parte dell’intervista apre una finestra di speranza per i pazienti e mette le basi per una riflessione profonda sulla ricerca e di come ripensare la ricerca in Italia affinchè vengano percorse nuove strade per debellare una malattia mostruosa per i disastri che ha causato per l’umanità., ma forse meno complessa di quanto ci vogliono far credere. Ieri Di Bella , poi le chemio prevenzioni, ora l’ipertermia. E se fosse l’approccio scientifico alla malattia sbagliato?
29 Mar 2013
416
Share Video