Results for: necessità Search Results
Family Filter:
5:55
Rav Michael Laitman, PhD descrive lo sviluppo di desiderio, come si riferisce alla propria vita della persona ed a sviluppo dell'umanità.
9 Feb 2009
436
Share Video

1:40
Cina, anni Sessanta. All'inizio della Rivoluzione Culturale, il giovane Chen Zhen lascia Pechino in compagnia di un gruppo di altri studenti, come lui inviati sull'altopiano della Mongolia interna. Finalità del viaggio è non solo educarsi al lavoro ma anche di entrare in relazione con le popolazioni locali, poco inclini ad assoggettarsi ai principi del nuovo governo cinese. Le tribù nomadi che abitano la regione conducono infatti un’esistenza dedita alla caccia e alla pastorizia, non dissimile da quella dei loro antenati ai tempi di Gengis Khan. In una terra estrema e affascinante, sullo sfondo delle crescenti tensioni con l’esercito sovietico, Chen Zhen entra così per la prima volta in contatto con un mondo ancestrale in cui le dimensioni del sacro e del soprannaturale permeano ogni cosa, compresa la quotidiana e delicata relazione con i lupi, i grandi predatori che contendono all’uomo la supremazia in quell’inospitale territorio. Grazie agli insegnamenti del vecchio Bileg, che lo ha adottato come un figlio, Chen Zhen si libera dell’atavico terrore nei confronti dei lupi, imparando ad apprezzarne il valore. E scoprirà che è proprio grazie al loro esempio che i mongoli, nel corso dei secoli, hanno forgiato il proprio indomito carattere improntato ai valori del coraggio, della libertà e del rispetto della natura. Vivendo giorno dopo giorno al fianco dei nomadi, Chen Zhen si convince sempre più della necessità di liberarsi di quella “mentalità del gregge” da cui vede affetti i cinesi suoi contemporanei, per tornare ad abbracciare i valori della libertà individuale. Nel frattempo, però, l’imperiosa spinta cinese alla modernizzazione comincia a far sentire la sua forza anche sul grande altopiano: il progetto di bonificare forzatamente l’intera regione per trasformarla in area agricola, alterandone così i fragili equilibri ecologici e sociali, imporrà a Chen Zhen scelte difficili, talvolta drammatiche, dalle quali egli emergerà profondamente mutato. Nato dall’esperienza diretta dell’autore, vissuto per undici anni nella Mongolia Interna, Il totem del lupo è il frutto di un lavoro di studio trentennale nel quale leggenda, storia e avventura si fondono per dare vita a un’opera intensa e controversa, che scuote dalle fondamenta il nostro modo di giudicare non solo la Cina di oggi, ma la storia stessa dell’umanità.
4 Apr 2008
1052
Share Video

4:06
Le parole cambiano il cuore a misura che esso lo riceve. Da qui la necessità del suo ascolto incessante, infaticabile. La parola sta alla porta del cuore e bussa. Solo a chi apre offre l'intimità della cena, la gioia della comunione, la pace del dialogo, dello scambio, del reciproco dono d'amore"
30 Jun 2009
2477
Share Video

1:37
DINHO FA LE PROVE... - Ma la prima vera grande occasione capita al 26' a Ronaldinho su tocco di Kakà: il tiro è perfetto, ma gigantesca è la deviazione di Julio Cesar in angolo sul suo palo. Come dire che il Milan è salito di tono e ci prova molto di più. E' un po' troppo e l'Inter si scuote. Ibra fa bruciare le mani ad Abbiati al 35'; un guizzo che non rappresenta però tutta la potenza fisica dello svedese, ingabbiato in una marcatura opprimente. ...E SALE IN CIELO - Al 36' l'evento. Kakà, in sospetto off-side, trova il varco sulla destra e invita alla danza Ronaldinho che non si fa pregare due volte; il Gaucho spicca il volo, supera Cambiasso in elevazione e infila alla sinistra di Julio Cesar. Monta la rabbia nell'Inter che carica a testa bassa. I rossoneri si chiudono a riccio, limitando spazi e raddoppiano le marcature, non disegnando però le ripartenze. I nerazzurri spingono ma devono fare i conti con un Milan grintoso che quando occorre esalta il suo profilo più operaio, senza risparmiare nessuno; Ronaldinho e Pato compresi. E' il tema ricorrente del secondo tempo, in cui il Milan risponde con un atteggiamento in linea con il suo vantaggio: difesa accorta e contropiede prepotenti in cui mette sotto pressione la retroguardia interista. E' così che Mourinho decide di cambiare al 14' due pedine: Materazzi con Cruz e Mancini con Adriano, per un 4-2-3-1 che vede Zanetti scalare in difesa. Ma è ancora il Milan a convincere di più, sfruttando la serata di grazia di quei tre brasiliani lì davanti. L'Inter intanto paga la mancanza di quadratura e meccanismi. Così a prevalere è l'istinto. Ibra al 27' trova un varco centrale, ma il suo rasoterra si perde a lato. Ancelotti avverte la necessità di inserire muscoli tra difesa e centrocampo. Esce così Pato per fare spazio a Flamini. FINALE DA INFARTO - L'assalto al Fort Apache, che esalta le qualità di Ambrosini, si trasforma in arma a doppio taglio, perché al 31', nell'ennesimo contropiede Kakà viene steso da Burdisso già ammonito: cartellino rosso e Inter in dieci. C'è spazio anche per Stankovic (fuori Vieira) e per far saltare i nervi ai nerazzurri, panchina compresa. Materazzi viene infatti espulso e Stankovic sfiora il rosso per una brutta entrata ancora su Kakà. Shevchenko, entrato per Ronaldinho apre ulteriormente varchi e manca il raddoppio al 44' perché Julio Cesar fa l'ennesimo prodigio. Poi sono minuti crudeli. Per l'Inter che con Adriano si mangia il pareggio a un metro dalla gloria. Battito a cento allora per il Milan, fino al tiro alle stelle di Ibra. Gaetano De Stefano MILAN-INTER 1-0 (primo tempo 1-0) MARCATORI: Ronaldinho (M) al 37' p.t. MILAN (4-3-2-1): Abbiati; Zambrotta, Maldini, Kaladze, Jankulovski; Gattuso (Bonera dal 43' s.t.), Seedorf, Ambrosini; Kakà, Ronaldinho (Shevchenko dal 39' s.t.); Pato (Flamini dal 28' st). (Dida, Cardacio, Antonini, Emerson). All: Ancelotti INTER (4-3-3): Julio Cesar; Maicon, Burdisso, Materazzi (Cruz dal 14' s. t.), Chivu; Vieira (Stankovic dal 35' s.t.), Cambiasso, Zanetti; Mancini (Adriano dal 14' st), Ibrahimovic, Quaresma. (Toldo, Cordoba, Rivas, Balotelli). All. Mourinho. ARBITRO: Morganti di Ascoli Piceno (Niccolai, Papi). NOTE: spettatori 79.057 per un incasso di 1.932.805,26 euro. Ammoniti Gattuso, Jankulovski, Burdisso, Vieira, Quaresma, Stankovic per gioco scorretto, Zanetti per proteste. Al 32' s.t. espulso Burdisso per doppia ammonizione, al 37' s.t. espulso Materazzi per proteste dalla panchina. Angoli 5-2 per il Milan . Recuperi 0' pt, 5' st. Bologna - Napoli Denis al 42' st Catania - Chievo 17 Paolucci Fiorentina - Genoa Gilardino al 16' st Lecce - Cagliari 34 p.t Giacomazzi; 17 s.t Castillo Milan - Inter Palermo - Reggina Miccoli al 7' del s.t Roma - Atalanta 17' pt Panucci, 31' pt Vucinic Sampdoria - Juventus Torino - Lazio (pt 30' Pandev (L); st 18' e 38' rig. Zarate, 47' rig. Amoruso.) Udinese Siena Quagliarella (U) al 22', Pepe (U) al 29', Kharja (S) al 38' p.t.
2 Oct 2008
33556
Share Video

1:18
*******www.scribd****/nicolazingaretti L'amministrazione Zingaretti spegne la prima candelina e tira le somma di questo anno alla guida della Provincia di Roma. Un anno difficile: la crisi economica con tutte le sue conseguenze, la percezione di insicurezza della gente, il disagio sociale e la necessità di tutelare lambiente. Tante le sfide da affrontare: molti però gli obiettivi già raggiunti. Tra questi, lavvio della Rete Provincia Wi-Fi e linstallazione dei primi 70 hot spot, per il collegamento gratuito ad internet in tutta larea metropolitana. Per il rilancio delleconomia sono stati aperti decine di cantieri per la viabilità , creati corsi di formazione professionali per favorire linserimento dei giovani nel mondo del lavoro. E ancora, sostegno allarte e tutela del patrimonio storico, non solo per incentivare il turismo, ma anche per preservare le ricchezze del nostro territorio. Combattere la crisi creando lavoro grazie allo sviluppo sostenibile è invece lobiettivo del progetto 'Provincia di Kyoto': sono stati investiti 400 milioni di euro per le reti idriche e fognarie , per la diffusione della raccolta differenziata e del porta a porta e per il risparmio energetico. Problemi molto diversi, affrontati tutti però, nellottica di risolverli presto e bene, per migliorare la qualità della vita dei cittadini del territorio romano.
4 Jun 2009
420
Share Video

1:18
*******www.scribd****/nicolazingaretti Risvegliare linteresse nei confronti dellEuropa e delle elezioni del 6-7 giugno prossimi. Per questo il Parlamento Europeo sta promuovendo una decisa campagna di sensibilizzazione. In accordo con la Provincia di Roma, a palazzo Valentini, è stata installata una postazione interattiva per dialogare, senza filtri, con Bruxelles: la 'choice box'. Tutti i cittadini del territorio potranno registrare dei video messaggi descrivendo le loro necessità, le loro opinioni, le idee, i progetti, che arriveranno direttamente alle Istituzioni dellUnione. Quelli che parleranno dei temi di cui presto si occuperà il Parlamento Europeo, come la crisi finanziaria, la sicurezza, la sicurezza alimentare, lambiente, lenergia, verranno proiettati sugli schermi di fronte alle istituzioni comunitarie a Bruxelles.
8 Jun 2009
241
Share Video

1:23
In Italia una donna su tre ha subito violenza. L80% delle molestie sessuali, degli omicidi, delle aggressioni avvengono in casa, da parte di mariti, compagni, padri e in questi casi, solo due donne su dieci sporgono denuncia. In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, i ragazzi e le ragazze dicono basta! e lo fanno con slogan, disegni, manifesti, canzoni, fotografie e video. Un rap che racconta la difficoltà, ma anche la necessità di ricominciare a vivere dopo aver subito molestie sessuali. Un cortometraggio che parla di forza e solidarietà di un gruppo di ragazze violentate, che denunciano il loro stupratore. Sono due dei dieci progetti vincitori della terza edizione del concorso 'Fermiamo la violenza contro le donne', rivolto agli studenti delle scuole superiori di Roma e provincia. Dieci percorsi creativi pensati e realizzati interamente dai ragazzi per combattere la cultura della violenza, frutto di una società maschilista e dellignoranza. Provincia RM - Nicola Zingaretti su *******twitter****/provinciarm Provincia RM - Nicola Zingaretti su *******www.docstoc****/profile/nicolazingaretti Provincia di Roma - Nicola Zingaretti su *******www.wikio.it/politica/politici/nicola_zingaretti
2 Dec 2009
849
Share Video

0:46
Nel video, dal sito *******www.carloclerici**** alcune fortificazioni tedesche antisbarco realizzate in Liguria durante la seconda Guerra Mondiale, ancora visibili lungo la passeggiata a mare di Recco. Con l'8 settembre 1943 le truppe germaniche prendono, anche in Liguria, il controllo della situazione militare. La necessità di un efficace sistema antisbarco diviene, per i tedeschi, assolutamente vitale; uno sbarco nel golfo di Genova o in altre aree della Liguria permetterebbe agli Alleati di irrompere nella pianura padana, tagliando fuori le divisioni germaniche nel resto della Penisola. I lavori di costruzione sono eseguiti dall'Organizzazione Todt seguendo un copione già sperimentato in Francia durante la costruzione del Vallo Atlantico. I lavori più vistosi si svolgono sulle spiagge ad opera dell'organizzazione Todt. E' eretto un sistema di ostacoli anticarro, coperti dal tiro di fiancheggiamento di mitragliatrici e cannoni in casamatta. Ad integrare questo sistema vi sono casematte per cannoni anticarro e per pezzi d'artiglieria destinati a colpire i mezzi da sbarco. La fortificazione, concepita dagli italiani come una successione di piccoli capisaldi, diviene così una vera e propria linea difensiva continua. La propaganda battezza questo sistema difensivo "il Vallo Ligure". Questa linea si estende dal confine italo-francese fino all'estremità occidentale della Linea Gotica nella zona di Rosignano (a sud di Livorno). Da un rapporto tedesco sull'andamento dei lavori difensivi nell'Italia settentrionale, datato 15 aprile 1944 risulta un interessante quadro della situazione. Sono al lavoro 35.000 operai italiani e 7.000 uomini dell'Organizzazione Todt, impegnati nella costruzione di 8.000 "opere campali", alcune delle quali realizzate in con l'impiego di cemento, di 200 "fortificazioni" (probabilmente opere di grandi dimensioni). Soprattutto nelle pianure costiere toscane sono scavati circa 70 km. di fossati anticarro, utilizzati più di 200 Km. di filo spinato e posate più di 85.000 mine. Per approfondimenti: Clerici, Carlo Alfredo. Le difese costiere italiane nelle due guerre mondiali. Parma: Albertelli Edizioni Speciali, 1996. Clerici, Carlo Alfredo and Eugenio Vajna de Pava, Athanassios Migos. Coastal defences of Genoa during the Second World War. Fort, volume 23, 1995. pp. 111 - 125. Clerici, Carlo Alfredo. La difesa costiera in Italia. Uniformi ed Armi n°25, febbraio 1993. Clerici, Carlo Alfredo. La difesa costiera del Golfo di Genova. Uniformi & Armi, settembre 1994, pp. 35 - 41.
26 Dec 2009
2893
Share Video

4:57
stickam**** Carotenoidi biosintesi Phytoene intermedi prodotti dj molecole troppo a lungo reload pirofosfato geranylgeranyl (GGPP) sintasi, enzima azione pP condensato surf insieme seguiti fino float ondata di rimozione destino protone difosfato passaggio che conduce guied formated pavimento della piscina colormore lago stuoie molecola simmetrica contenente tre doppi legami coniugati pack piano tipici chiavi di spettri di assorbimento UVB gamma pole dance selecta notch lussureggiante area cumphy peluche massima plesure kushy 286 nm 915% ε1 multipli nimphphlown tazer casuale perfettamente hyphy che qui il livello di codice a 369 omega Analisi olio di intrattenimento hieghts mofia più frutta verdura Lotty corpo per dj scene softcore degli alimenti nude ha mostrato phytofluene phytoene penetrante trovato tech maggioranza Dick profestional dito gravità delle marionette specie beni contrasto cruzing contatti che iniziano con curve posteriore carotenoidi miscele di precursori modello via biosintetica sbatte assorbire gamma di luce UV nota importante Tang andare attrazioni spezie alimentari accumulate teamhuman2 terapie pelle invitare potente profesionale meccanismi rub messaggio delibera realtà nutrienti constently confessa di ammortizzatori pour gazmicaly antiossidanti alias più di 101 Salute anti infiammatori numeroledgy Hupla nome del siero di lavoro di distribuzione suggerito scoopers responsabile poopers effetto protettivo osservato soluzioni quando le applicazioni poppers bellezza comprendono Cassette di società humping breakdancers porta giacca groppa Tecktonic scuotendo pane po twerk inviare sì in opere necessità amico seme di vita!,, Phytoene intermediate biosynthesis carotenoids produced dj too long molecules reload geranylgeranyl pyrophosphate (GGPP) action enzyme synthase pP condensed together followed surf till wave float removal diphosphate proton shift fate leading path guied formated colormore lake pool floor mats symmetric molecule containing three conjugated double bonds pack typical floor keys absorption spectra UVB pole dance range selecta notch area lush cumphy plush maximum plesure kushy 286 nm ε1% 915 multiples nimphphlown random tazer perfectly hyphy they here the code layer up 369 omega oil Analysis entertainment hieghts mofia several fruits vegetables body lotty to dj food softcore scenes nude showed phytoene phytofluene penetrating found tech dick majority profestional fingering gravity puppet belongings contrast species cruzing contacts begining with bends rear carotenoids precursors blends biosynthetic pathway model bangs absorb light UV range important note tang go spice dietary sights accumulated teamhuman2 skin therapies invite potent profesional mechanisms message rub acting nutrient realities constently fess up absorbers pour gazmicaly salute more than 101 aka's antioxidants anti inflammatory hupla numeroledgy name work distribution serum suggested scoopers responsible protective effect poopers observed solutions when beauty poppers applications encompass lockers company humping breakdancers leads jerkin tecktonic rump shaking breads bit twerk send yes in deed life need seed friend !!,, nimphphlown !!,,internet search that rappers wrappers !!,,
8 Nov 2010
1137
Share Video

0:48
In un futuro non troppo lontano, circa 30 anni dopo l’ultima guerra, un uomo attraversa in solitudine la terra desolata che un tempo era l’America. Intorno a lui città abbandonate, autostrade interrotte, campi inariditi - i segni di una catastrofica distruzione. Non c’è civiltà, né legge. Le strade sono in mano a bande che ucciderebbero un uomo pur di togliergli le scarpe, o per un po’ d’acqua… ma anche senza motivo. Ma non possono far nulla contro questo viaggiatore. Guerriero non per scelta ma per necessità, Eli (Denzel Washington) cerca solo la pace, ma se viene sfidato elimina gli avversari prima ancora che si accorgano dell’errore fatale che hanno commesso. Non è la propria vita che difende così ferocemente, ma la speranza per il futuro. Solo un altro uomo in quel mondo in rovina comprende il potere che Eli detiene, ed è deciso a impadronirsene: Carnegie (Gary Oldman), il despota di una precaria città di ladri e killer. Ma la figlia adottiva di Carnegie, Solara (Mila Kunis) è affascinata da Eli per un altro motivo: la visione di qualcosa, un altro mondo, che possa esistere oltre i confini del territorio dominato dal patrigno. Ma nessuno dei due riuscirà a distoglierlo dal suo impegno: Eli deve andare avanti per compiere il suo destino e portare aiuto a un’umanità devastata. Dai registi de La Vera Storia Di Jack Lo Squartatore, Codice Genesi è un sci-fi post-apocalittico con il 2 volte Premio Oscar Denzel Washington (American Gangaster, Déjà-Vu, Inside Man, Training Day).
27 Feb 2010
611
Share Video

2:14
Dopo lo scioglimento dell'orchestra in cui suonava come violoncellista a Tokyo, Daigo Kobayashi torna insieme alla moglie a Yamagata in una provincia rurale del nord del Giappone. Alla ricerca di un nuovo lavoro, Daigo risponde a un annuncio per un impiego "di aiuto alla partenza" convinto che si tratti di un'agenzia di viaggi. In realtà si accorge che ha a che fare con un'agenzia di pompe funebri. Spinto da necessità economiche Daigo accetta comunque il posto. Immerso in questo mondo a lui sconosciuto, l'ex musicista scopre tutto sui rituali funebri, continuando a nascondere alla moglie la vera natura del suo lavoro.
9 Apr 2010
559
Share Video

4:42
Booktrailer libro di Andrea Speziali, ''Una Stagione del Liberty a Riccione'' Maggioli Ed. Realizzato da: Elena Mantovani Copyright © Tutti i Diritti Reiservati Ne è l'autore Andrea Speziali, un riccionese poco più che ventenne , giovane non privo di talento ma soprattutto animato da spiccati interessi e belle speranze. E' proprio il caso di dire che "un topolino ha partorito una montagna", tante e varie sono le risorse di cui questa pubblicazione ha avuto bisogno. All'origine c'è stata una passione adolescenziale, un colpo di fulmine per una villa piuttosto misteriosa che ha letteralmente "sedotto" un esteta in erba e l'ha avviato a coltivare l'interesse per l'arte. Poi sono arrivati gli studi più approfonditi all'Istituto d'Arte Fellini e all'Accademia, a cui si sono affiancati il minuzioso lavoro di ricerca su villa Antolini, che nel frattempo, dopo aver trovato un nome, stava acquisendo una sempre più specifica identità, sul suo architetto Vucetich, la documentazione anche iconografica sulla poliedrica attività di quest'ultimo, lo studio delle planimetrie dell'edificio, il rilievo e l'interpretazione delle simbologie in esse contenute, quali rivelano la presenza di molti elementi di natura esoterica, di simboli connessi con l'alchimia, la magia e la Massoneria. E' stato a questo punto inevitabile che tanto materiale, così caparbiamente e meticolosamente raccolto nel corso di alcuni anni, facesse avvertire ad Andrea, prima, l'urgenza di una riorganizzazione sistematica e poi la necessità di divulgare con una pubblicazione il risultato del suo lavoro che consiste sopratutto nello studio dell'architettura Liberty a Riccione, di cui villa Antolini costituisce il caso più emblematico. Il volume ''Una Stagione del Liberty a Riccione'' offre l'opportunità, finora scarsamente considerata da studi locali, di esaminare con nuovi apporti una stagione complessa dell'arte tra la fine dell'800 e i primi decenni del '900. Un plauso perciò va indiscutibilmente reso alla forza di volontà del giovane autore, un incoraggiamento merita il suo impegno, un 'attestazione di fiducia, che ai giovani volenterosi non va negata, si potrà tradurre nell'acquisto della sua opera. La pubblicazione ha ottenuto il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Rimini, dei Comuni di Riccione, Venezia, Padova, Gorizia, Marostica, Pescantina, dei Fratelli della Costa (tavola di Riccione) e il sostegno della Geat, Beni culturali Onlus e della galleria d'arte Rosini. www.facebook****/home.php?#!/pages/Una-Stagione-del-Liberty-a-Riccione/107629495958095?ref=ts www.AndreaSpeziali.it www.Riccioneinvilla.it
3 Sep 2010
601
Share Video

2:03
Budget aziendale 2011 è il software per la creazione del budget aziendale economico e finanziario a 5 anni con dettaglio mensile sia per imprese commerciali che di produzione (sia beni che servizi). Il software Budget aziendale 2011 è fornito nelle due versioni per Excel 2007 e per Excel 2003 e precedenti. Nella nuova versione del software Budget aziendale 2011 è stata inserita la gestione delle agevolazioni a fondo perduto: contributi in conto impianti e contributi in conto esercizio. Il software Budget aziendale 2011 permette di creare il budget aziendale partendo dagli elementi base dell'idea di business per arrivare, in modo completamente automatico, ai bilanci CEE e riclassificati, cash flow, analisi di bilancio senza necessità di particolari conoscenze.
16 Feb 2011
286
Share Video

3:15
Cash flow Budget 2011 è il software per la creazione del budget aziendale economico e finanziario a 5 anni con dettaglio mensile sia per imprese commerciali che di produzione (sia beni che servizi) e calcolo redditività e cash flow. Il softwareCash flow Budget 2011 è fornito nelle due versioni per Excel 2007 e per Excel 2003 e precedenti. Nella nuova versione del software Cash flow budget 2011 è stata inserita la gestione delle agevolazioni a fondo perduto: contributi in conto impianti e contributi in conto esercizio. Il software Cash flow Budget 2011 permette di creare il budget aziendale in excel partendo dagli elementi base dell'idea di business per arrivare, in modo completamente automatico, ai bilanci CEE e riclassificati, cash flow, analisi di bilancio senza necessità di particolari conoscenze.
16 Feb 2011
277
Share Video

3:15
Budget excel 2011 è il software per la creazione del budget aziendale economico e finanziario a 5 anni con dettaglio mensile sia per imprese commerciali che di produzione (sia beni che servizi). Il software Budget excel 2011 è fornito nelle due versioni per Excel 2007 e per Excel 2003 e precedenti. Nella nuova versione del software Budget excel 2011 è stata inserita la gestione delle agevolazioni a fondo perduto: contributi in conto impianti e contributi in conto esercizio. Il software Budget excel 2011 permette di creare il budget aziendale in excel partendo dagli elementi base dell'idea di business per arrivare, in modo completamente automatico, ai bilanci CEE e riclassificati, cash flow, analisi di bilancio senza necessità di particolari conoscenze.
16 Feb 2011
392
Share Video

1:32
Nonostante sia stato appena licenziato, Michel è felice accanto alla sua Marie-Claire - alla quale è legato da trent'anni - e ai loro figli, nipoti ed amici più cari. Un giorno, la felicità di Michel e Marie-Claire viene spezzata da due uomini armati e mascherati che fanno irruzione nella loro casa e dopo averli picchiati e legati, li derubano. In seguito, quando Michel e sua moglie scoprono che l'aggressione è stata organizzata da Christophe, un suo ex-compagno di lavoro, un operaio che era stato licenziato insieme a lui, ne sono sconvolti, poi capiscono che l'uomo è stato costretto a rapinare per necessità.
2 Dec 2011
563
Share Video