Results for: spazio Search Results
Family Filter:
5:41
Regia e montaggio: Accursio Venezia aiuto tecnico: Sandro Bono Il video nasce dall'idea di rendere l'atmosfera psichedelica della trama musicale utilizzando un mix di immagini del repertorio spaziale, frammisti alle immagini di un pupazzo playmobil che con l'ausilio di effetti digitali prende vita e si anima! Il protagonista tuttavia è il tempo, la distanza, le diverse dimensioni che tra la terra e il cielo si intersecano fino ad unirsi nella scena finale, dove la luna è lo specchio della terra! Il desiderio di ricerca diventa la folle corsa verso un destino di distruzione che l'umanità intera con le sue azioni scellerate ha ormai delineato! La scelta della ripetizione di alcune immagini rimane in linea con l'idea di una musica ossessiva che trova nell'alienazione da questa realtà la sua vera essenza. Il videoclip di Spazio 1999 lancia in avanti il senso di un avventura creativa di Accursio Venezia che si sviluppa tra pittura scultura e video-arte! space: www.myspace****/accursiovenezia e-mail: accursio.veneziaalice.it
11 Jul 2008
1433
Share Video

0:06
Spazio informatico - Sviluppo Sistemi Informativi
28 Oct 2008
154
Share Video

2:13
chegou em Cabedelo! Se você quer sair do aluguel e ainda morar ao lado da praia, conheça agora o Spazio Jardins do Litoral. Condomínio fechado com apartamentos de 2 quartos na Ponta de Campina, com ou sem suíte e vaga de garagem. Área de lazer completa para sua família se divertir em todos os momentos. More ao lado da praia! Se você quer morar em uma região encantadora com infraestrutura comercial completa para atender o seu dia a dia, esse projeto foi feito para você no bairro Ponta de Campina. Em frente ao Restaurante Lovina, perto da saída dos barcos de areia vermelha e a 5 minutos da BR-230.
12 Apr 2017
392
Share Video

0:02
designguide.tv talks to Nacho Carbonell about his new project, 'Evolution'. As a reaction to the current information overload, Nacho created a refuge where you can escape to. The recycled paper originates from recent newspapers. Evolution explores different ways of communication, the private and the public form. see more on www.nachocarbonell****
24 Jun 2008
518
Share Video

1:20
www.imperodeicartoni****
26 Mar 2009
1291
Share Video

9:54
Dagli antenati ai bambini: due strategie di cambiamento con EFT e AGER
14 May 2010
132
Share Video

1:46
Conheça um pouco mais sobre o Spazio Villa Regia
10 Sep 2019
7
Share Video

0:39
advertising goes social user generated content Mini
22 Jun 2008
181
Share Video

46:17
19 Dec 2011
102
Share Video

1:39
Spazio
21 Oct 2007
502
Share Video

2:47
allestimento di uno spazio espositivo; construction of an exhibition space.
31 Mar 2009
508
Share Video

0:58
Parte il conto alla rovescia per il Metrocultday, l'evento organizzato dalla Provincia di Milano e che riunisce tutte le associazioni che si muovono sul territorio per reinterpretarlo con arte, cultura e creatività. L'appuntamento è fissato per il 18 aprile allo spazio Oberdan ma la rete metrocult è già attiva su *******community.metrocult.it/. Il messaggio di Daniela Benelli, assessora alla cultura, culture e integrazione della Provincia di Milano.
19 Mar 2009
388
Share Video

2:31
Si presume che se esso ha una massa compresa tra i 114 e i 185 GeV (scartando il range tra i 160 e i 170 GeV),lo si troverà di certo nel Large Hadron Collider (LHC) del CERN. Di fatto,una luminosità integrata di soli 10^4 picobarn inversi sarà sufficiente per trovare il bosone di Higgs;ciò significa che basterà una luminosità molto più modesta di quella prevista dai costruttori dell'LHC. I progetti inerenti all'LHC del CERN,mirano ad aumentare le energie di collisione fino a raggiungere la fascia dei Tera elettron Volt (10^12 eV),alla ricerca di prove della supersimmetria e dell'ormai "famigerato" bosone di Higgs (tutte componenti del modello standard della fisica delle particelle elementari). Secondo J.D.Barrow comunque,anche le energie che ci si aspetta di raggiungere all'LHC sono ancora al di sotto di un fattore di circa un milione di miliardi per raggiungere le energie necessarie per controllare sperimentalmente lo schema di una quadruplice unificazione, proposto da una "Teoria del Tutto".Sul sito ufficiale del "Progetto ATLAS" ( *******atlas.ch/ ),è possibile vedere un filmato realizzato dall'INFN in cui vengono spiegati (a grandi linee), gli obiettivi principali di tale progetto.Il filmato si trova a questo link: *******www.lnf.infn.it/media/video/at... (la seconda metà del filmato è quella più interessante). A mio avviso,se il bosone di Higgs non verrà identificato neppure nei prossimi esperimenti all'ATLAS (l'apparato all'interno dell'LHC del CERN),ciò non creerà alcun imbarazzo per i fisici che da diversi decenni ormai stanno cercando di rilevarlo.È vero che alcuni esperimenti compiuti nel corso dell'ultimo decennio, hanno cominciato a limitare notevolmente lo spazio parametrico per questa particella, ma finorà non è mai emerso nessun risultato significativo.A ben vedere,la teoria che descrive tale particella scalare con spin nullo (ovvero il bosone di Higgs),ad un livello assai profondo soffre di gravi problemi formali.Uno di questi (...forse il peggiore),è che le particelle scalari sono notoriamente sensibili alla nuova fisica che potrebbe subentrare a scale di energia molto alte (come quelle che verranno utilizzate nel progetto ATLAS,rimanendo nello specifico).Se le forze: forte,debole ed elettromagnetica sono unificate ad una certa scala-livello di energia,e il bosone di Higgs diventa parte di una struttura maggiore, diventa virtualmente impossibile mantenere "leggera" la particella scalare quando le particelle ad essa affini diventano "pesanti".Nel modello standard non è possibile preservare la gerarchia delle scale in alcun modo naturale.Tutto comunque si verrebbe a risolvere con l'introduzione,a tal punto,del concetto di supersimmetria. Ogni bosone e ogni fermione in una coppia supersimmetrica danno lo stesso contributo alla massa efficace del bosone di Higgs,ma il loro contributo è di segno opposto.In ultima analisi quindi,gli effetti di tutte le particelle virtuali (dei fermioni e dei bosoni),si annullano facendo sì che la massa del bosone di Higgs non risenta dell'influenza della fisica a scale di energia più alte.Rimane comunque a questo punto un problema di fondo:Se le particelle ordinarie vengono divise in massa dalle loro partner supersimmetriche,viene a mancare il meccanismo con cui le une e le altre si annullano nel calcolo degli effetti delle particelle virtuali sulla massa di Higgs.Senza addentrarmi in ulteriori dettagli tecnici,tirando le somme,è possibile giungere all'idea che la scala di energia a cui i partner supersimmetrici della materia ordinaria dovrebbero esistere,non può essere molto più alta della scala della rottura di simmetria dell'interazione debole.Con i futuri esperimenti al CERN,sarà quindi possibile stabilire una volta per sempre, la fondatezza o meno del modello supersimmetrico,ipotizzato già agli inizi degli anni '70. Fausto Intilla - WWW.OLOSCIENCE.COM
11 Aug 2009
1576
Share Video

14:28
Una 'passeggiata' nel cosmo,un suggestivo percorso tra mitologia, storia e ricerca, con un nuovo approfondimento sulle nuove frontiere dell'esplorazione spaziale. Ecco, in sintesi, ciò di cui si è parleto nel II convegno C.N.A.I. In occasione del quale importanti studiosi hanno spiegato quali sono gli strumenti più all'avanguardia in campo astronomico, gli esiti delle ricerche finora compiute e in che modo l'uomo, nel corso del tempo, stia rendendo, 'vivibile' lo spazio. Il convegno è stato patrocinato da Roma Capitale, Provincia di Roma, Telespazio, Ira – Inaf, Oar- Inaf (Osservatorio Astronomia di Roma) e Fluke Italia, Durante il convegno i ricercatori hanno presentato al pubblico gli ultimi studi relativi alla ricerca di vita nello spazio e le tecnologie più avanzate. Ha aperto i lavori il Presidente del CNAI Silvio Eugeni, illustrando le attività dell'Associazione e le finalità del convegno. Infatti, durante la presentazione introduttiva del convegno ha confermato le finalità e gli obiettivi dell'Associazione: l'associazione è no.profit e si basa sul volontariato del sottoscritto e di altri soci. Il convegno permette al grande pubblico di conoscere il mondo della ricerca nel campo astrofisico e gli approcci alla scoperta, conoscemza e forme di comunicazione nello spazio. Speriamo che un giorno tali sforzi abbiano risultati importanti e eclatanti. Guarda la presentazione di Silvio Eugeni (presidente C.N.A.I..). Ai microfoni di Media Live, Silvio Eugeni ha ribadito le finalità e gli obiettivi del convegno, aggiungendo: l'associazone ha finalità informative e di conoscenza, per questo siamo disponibile ad organizzare corsi nelle scuole, seminari e quant'altro possa essere utile alla conoscenza delle nuone frontiere dell'esistenza, anche sfruttando le nuove tecnologie. Guarda l'intervista di Silvio Eugeni ai microfoni di Media Live.
7 May 2013
444
Share Video