Europa Abbraccia L'aFRICA: Progetto “Raccolta Di Rifiuti Pericolosi – Le Batterie Al Piombo Dal Congo in Italia”

  • Share
    Share Video

  • Add
  • More
    Report this video as:
0 0
You have already voted for this video.
RACCOLTA CORRETTA DELLE BATTERIE AL PIOMBO La batteria alla sua morte diviene un rifiuto pericoloso e rient...
RACCOLTA CORRETTA DELLE BATTERIE AL PIOMBO La batteria alla sua morte diviene un rifiuto pericoloso e rientra nelle normative di legge nazionali ed internazionali che ne regolano la corretta movimentazione. ( Direttiva 2006/66/EC ) Qualora la batteria venisse aperta per prelevare le sole parti di piombo metallo frantumandola, verrebbero sversati nell’ambiente i liquidi con gravi danni. Senza contare che attività del genere sperperano parte della batteria esausta riducendone il valore. Tali operazioni sono ammissibili solo se condotte da maestranze specializzate in locali attrezzati ed adatti. Altra condizione è che le singole parti della batteria vengano raggruppate separatamente: La scatola ed i separatori ( plastiche, polipropilene etc.) Le parti in piombo metallo L’acido solforico Il solfato di piombo (pastello) I cassoni di ferro Le garanzie minime richieste non potrebbero essere rispettate in Congo per mancanza di tali presupposti e la migliore soluzione ambientale possibile è che la raccolta si concluda in un impianto metallurgico a ciclo completo quale ad esempio quello della Piomboleghe in Italia. La società riconosciuta tra le più efficienti e vanta certificazioni ambientali tra le più severe. L’impianto è tra i più avanzati a livello internazionale. IMPORTANTE CHE: - nella fase della raccolta le batterie restino integre mantenendole in posizione orizzontale. In questo modo le parti chimiche restano all’interno della scatola evitando lo spurgo degli acidi. - vengano impilate tra loro su palette di legno, regettate e possibilmente avvolte in plastica. In genere le dimensioni delle singole palette sono mt 1,2 x 1 x 0,50 con un peso medio di ca tm 1. Tale operazione potrebbe avvenire parzialmente in depositi prossimi ai luoghi di raccolta ed estradate ad un deposito centrale che ne curerà la spedizione via mare a mezzo container di ca 20 tm su Genova / La Spezia. La movimentazione transfrontaliera dovrà avvenire nel pieno rispetto della convenzione di Basilea i cui dettagli potranno essere approfonditi in seguito. *******italiatube.it/search_result.php?query=europa+africa&type=videos&submit=Search
Categories:
Related